PIERO RAGONE
è filosofo, ricercatore, scrittore, studioso di religioni e di esoterismo. Il suo campo d’indagine è tutto ciò che la scienza non è in grado di spiegare. Nel 2013 ha pubblicato Il Segreto delle Ere con la Macro Edizioni; il 2015 è la volta di Custodi dell’Immortalità, il 2016 è l’anno di Dominion – Le Origini aliene del Potere, entrambi editi da Verdechiaro Edizioni e Nexus Edizioni.
Nel 2017 riceve la laurea honoris causa in Scienze Esoteriche.
È ospite di convegni nazionali e internazionali e il suo nome è accostato ai maggiori interpreti della ricerca italiana e mondiale. È docente presso la Libera Università Italiana degli Studi Esoterici “Achille D’Angelo - Giacomo Catinella”, Facoltà di Scienze Tradizionali ed Esoteriche, Dipartimento UniMoscow, dove è titolare di due cattedre: Archeoastronomia Esoterica e Percorsi Iniziatici e Fenomenologia Angelica e Demoniaca.
L’esperienza dell’insegnamento si è tradotta nell’organizzazione di Seminari in cui vita vissuta e nuovi sentieri di Consapevolezza si intrecciano per rivelare I Segreti della Via Iniziatica.

Foglio n.4

Cambiando la tua vita puoi cambiare quella degli altri.



Chi combatte può perdere, chi non combatte ha già perso.

Dio non sceglie i migliori,
ma rende migliori quelli che sceglie.

Nessuno in questa dimensione riesce a sentirci
Qualcuno straccia, annoiato, le mie parole
Tutti annuiscono senza capire
Solo io e te attendiamo di contare qualcosa


Oggi non cercherò la zona d’ombra;
troppo vasta e vuota e tetra ormai;
e le visioni si inseguono, legione dopo legione,
avvicinano troppo il mondo irreale.
-         Emily Bronte

Tutto sembra impossibile
Finché non accade.

Quando si tratta di sogni si può vacillare,
ma l’unico modo per fallire è abbandonarli.


* Notte

Oh notte,
oh dolce sigillo di vite siffatte
dei mortali pensieri agognato riposo
dimora dei sospiri
conforto di gesta dorate
morbida terra di infinte regioni
patria di sogni che al sorgere
del giorno fuggono
reggia dal tetto stellato
che similmente il mondo abbracci
e avvolgi l’anima in un buio giaciglio

oh notte,
dea che morendo ammanti
il di’ sepolto
con un oscuro oltraggio

Intrepide creature sorgono
dove il giorno ha abbandonato la contesa
e il nero solco
nel tuo mondo affranto
è il fragile tragitto di un eterno viaggio
-         Piero Ragone